…le sigarette tradizionali!

La nota rivista ERJ Open Researc ha voluto sottolineare, già nel febbraio del 2019, il rischio per la salute derivante dall’utilizzo della IQOS, la sigaretta “elettronica” della Philip Morris che si posiziona a metà tra le tradizionali bionde e le più conosciute elettroniche.

Questo sistema è di fatto un riscaldatore di tabacco che tramite una resistenza produce un aerosol senza combustione, rilasciando nicotina ma anche molte altre sostanze nocive.

Lo studio si è svolto esponendo per 72 ore le cellule umane delle vie aree, epiteliali e muscolari lisce, a diverse concentrazioni di fumo di sigarette, vapore delle sigarette elettroniche e dell’aerosol rilasciato dalle IQOS.

Confrontando i risultati è emerso che le sigarette elettroniche hanno registrato effetti dannosi a concentrazioni elevate, mentre il fumo di sigarette e l’aerosol delle IQOS sono risultate tossiche già a concentrazioni minime.

Concludendo, i ricercatori hanno dichiarato che “questi nuovi dispositivi che riscaldano il tabacco sono dannosi quanto il fumo delle sigarette tradizionali”.

Fonte: Yahoo